Indice del forum

Taverna dei Briganti

Games in Taverna & due chiacchiere con l'Oste... Congrega ludico-culturale-antagonista-et danseurs...

Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti    Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche    LoginLogin 
   DownloadsDownloads      Topics recentiTopics recenti  

il Principe Poeta
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> il Principe Poeta Sergio Pizzati
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Lun Nov 01, 11:50:54    Oggetto:  il Principe Poeta
Descrizione:
Rispondi citando

La necessità di creare uno spazio per il nostro principe poeta Pizzati Sergio è nata dal fatto che le poesie che ci ha portato sono ormai tante, quindi, in accordo con lui, abbiamo pensato di riunirle per poterle apprezzare meglio. L'ordine è semplicemente quello cronologico di consegna.


Finalmente un poeta mi ha dedicato una poesia:

PER ANNA E SANDRO

Quando parli Amore mio
col sorriso sulla bocca
sembra quasi che tu tocca
tutti i baci che t'invio.

Il cielo che ci copre è tutto azzurro
il volto tuo risplende di bellezza
al vento getto tutta l'incertezza
e m'avvicino a te poi ti sussurro
tutto l'Amore mio con tenerezza.

Fu il tuo sguardo di gioia
nella grigia serata
dell'indifferenza
a penetrare nel mio cuore
in cerca di carezze.

Pizzati Sergio


A dire il vero queste tre brevi poesie sono già state pubblicate, ma che importa, il PRINCIPE me le ha scritte e consegnate personalmente, io le leggo per la prima volta. Si può sognare qualche volta che un poeta ti dedichi una poesia?

GRANDE PRINCIPE! Razz


Ultima modifica di Annina il Gio Dic 02, 04:00:21, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Lun Nov 01, 11:50:54    Oggetto: Adv






Torna in cima
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Mer Nov 03, 13:30:38    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

PER TUTTI I ROMANTICI: Il nostro Principe poeta ci ha consegnato un manoscritto con altre tre brevi poesie:


Quando mi guardi Amor teneramente
dentro gli occhi miei felici ed estasiati
tutte le mie virtù tutti i peccati
cedono al cuore ineluttabilmente.

Schiavo di te mio fior perdutamente
come i bei fiori in serra imprigionati
sciolgo i miei versi azzurri incatenati
Amo solo te incommensurabilmente.


Si lo so che cerchi invano
di saper se questa sia
devozione o ipocrisia
son soltanto lo scrivano
che ti adora da lontano
e che ti scrive in poesia.

PIZZATI SERGIO

_________________
...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Dom Nov 14, 19:14:08    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il nostro principe poeta ci ha voluto "regalare" altre due poesie: una dedicata a Don Dario della chiesa del Poggetto e una dedicata all'amore.



SONETTO PER DON DARIO

Conosco una chiesa, ossia una chiesetta,
situata in un poggio chiamato Poggetto,
la gente passa e rallenta la fretta
piegando il capo al divino cospetto.

Il campanile che s'erge sul tetto
sembra sfidare del cielo la vetta
mentre all'interno, con amore e diletto
un Sacerdote dell'anima eletta

addobba la chiesa in modo più vario
con l'arte che dona una pia atmosfera,
con animo assorto poi legge il breviario;

ecco perchè dopo scrissi sul diario
il nome di chi conobbi una sera:
è il suo, MONSIGNORE, il caro Don Dario.

Sergio Pizzati



ALL'AMATA

Un sogno, un fantastico sogno,
mi ha rapito all'alba di un
giorno qualunque portandomi,
con il soffio del vento, a
raggiungere la soglia dell'infinito.

In quell'immensa distesa
Luminosa ho visto lo splendore
che illumina il volto di chi ama.
E ho pensato a te mia meraviglia,
mia prediletta.

Ora, svanito il sogno, ti chiedo,
Amore mio, di predisporre,
quando per te meglio s'addica,
il giorno che sarà testimone
della nostra fuga verso l'azzurro.

Sergio Pizzati
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Dom Nov 28, 20:16:03    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una triade dedicata all'amore del nostro principe poeta (sono poesie già pubblicate)

AMORE A PRIMA VISTA
Ricordo sempre quella chiara sera
quando la vidi per la prima volta
nel giardino d'azzurra primavera
dove una rosa fu da poco colta,
era una rosa rossa come il fuoco
che lei teneva stretta fra le dita,
un brivido mi colse, a poco a poco
compresi che3 cambiava la mia vita.
Oh, come la ricordo quella sera
in cui trovai la gioia che cercavo,
non m'ero illuso, non era una chimera,
era il sogno che da sempre io sognavo.
Il giorno sola la rividi
nel magico giardino delle rose
dove udivano dei bambini i gridi
e il palpito che in noi felice esplose.
Il nostro fu un amore a prima vista,
un fulmine improvviso di splendore,
per me fu un'adorabile conquista
lo smarrirmi nel gioco dell'amore.

(S. Pizzati)



L'AMORE

L'amore è un fulmine colpisce al cuore
una scintilla che appare all'improvviso
trafigge senza infliggere dolore
illuminando lo sguardo e il sorriso.
L'amore è la carezza che ci tocca
l'abbraccio della dolce tenerezza
l'estasi del bacio sulla bocca
il rosso fuoco e il fumo dell'ebbrezza.
L'amore è fiamma fremito tormento
è debolezza sesso delusione
è l'intrigo legato al tradimento
l'inganno della pallida illusione.
L'amore è cieco l'amore è senza età
l'amore è paradiso a volte inferno
l'amore è odio gelosia felicità
e in questo palpitar l'amore è eterno.
L'amore è un gioco una follia un incanto
una poesia un'alcolica bevanda
l'amore è un'alba la cui bellezza è schianto
l'amore è il cuore e al cuor non si comanda.
L'amore è il sogno della nostra vita
un brivido d'azzurro e d'emozione
il fiore che si stringe tra le dita
la gioia il sussulto l'esplosione.
L'amore ha le sue rose e le sue spine
l'amore è riso e pianto e adorazione
ma il vero grande AMORE qualè infine?
L'amore delirante di passione!
(S. Pizzati)


COMUNQUE T'AMO

Quando ti chiamo
è come gridare nel vuoto
dove neppure il conforto
dell'eco mi risponde;
quando ti guardo
noto
il tuo sorriso che nasconde
l'inganno che sopporto,
il vizio, il beffardo giuoco che m'impone
di giuocar io stesso
il rischio dell'amplesso
e della delusione.
Comunque t'AMO
e grido questo amore mio
al mondo
perchè tu ed io,
infondo
siamo
un fragile ricamo
tessuto nell'estasi del sogno.
Ed ora l'ansia del bisogno
di sapere
è il tormento che mi culla,
e il tuo tacere
è un brivido d'ignoto
sul baratro del nulla.

(S: Pizzati)


Ultima modifica di Annina il Gio Dic 23, 07:56:47, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Gio Dic 02, 04:12:18    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

BERLINGUER, addio.

Col volto pallido e l'esile figura piegata dalla
Stanchezza, l'onorevole Berlinguer parlava in
una piazza di Padova alla folla che l'ascoltava
in riverente silenzio. Improvvisamente la sua
voce si affievolì e fu un attimo di panico, ma
Berlinguer si riprese subito con sicurezza,
ricevendo l'applauso affettuoso della gente.
Poi, per un drammatico istante, la parola ancor
si fece fievole, ma bastò un sorso d'acqua per
allontanare quel palpito di disumana fatica che
lo stava opprimendo. Quando poi i suoi occhi
cominciarono a cercare le parole che sul foglio
stavano scomparendo, un raggio di luce illuminò
spietatamente il viso esangue di questo oratore
gentile che stava per soccombere sotto il peso
della sua sublime missione. L'alone luminoso
che coronava il suo fascino irresistibile sembrò
avere un sussulto. Enrico, Enrico, cominciò a
gridare la folla che aveva intuito il dramma,
Enrico, basta, basta, non parlare più, ma
Berlinguer volle caparbiamente continuare per
concludere la sua orazione con un grido
smorzato di supplica: lavorate, lavorate. Poi
abbracciato dal lacerante urlo d'amore di quella
folla che già stava disperandosi, Berlinguer
regalò loro un sorriso affettuoso fotografato dal lampo
del destino, che immortalava quell'attimo nei cuori
e nelle coscienze delle persone presenti.
Chi ha assistito a quella straziante sera d'addio
ha vissuto con dolore il vero e supremo olocausto
di Berlinguer e ha capito il travaglio angoscioso
del barattare la vita con la morte per l'incommensurabile
ideale di pace e di giustizia.
Addio Berlinguer. Addio e grazie per averci
arricchito del tuo meraviglioso esempio, poichè questa
ricchezza ci facilita il cammino da percorrere sul
tracciato della rettitudine. Custodiremo per sempre
la dolcezza del tuo sorriso. Addio amato amico
delle nostre speranze. La tua scomparsa ci lascia
in un baratro di malinconia e di desolazione, ma poi
vivremo i muti colloqui del tuo sguardo
incantato verso le mani tese in cerca del tuo aiuto.
Tu, Enrico, splendida cima, vetta sublime, solitario
fra i dirupi, hai conquistato il palpito trasognato di
moltitudini. Nel cuore della capitale del mondo una
miriade di gente ti rendeva l'ultimo ossequioso omaggio,
mentre l'onde color del tuo vessillo spingevano la nostra
tristezza verso l'arena del dolore e ai confini dell'impossibile
rassegnazione arrivava il canto desolato dei cori, che scandivano
il tuo nome. E nel tuo nome, caro Enrico, siamo tornati a lavorare
dopo questa pausa di mestizia, nel rispetto delle tue ultime
parole pronunciate su quel palco di Padova, quando il
vento della notte portò in cielo la tua voce per
confortare la solitudine delle stelle.

(S. Pizzati, 1984)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Sab Dic 04, 19:53:33    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il nostro principe è ormai incontenibile. Lui non ama le poesie brevi e, la seguente, ne è la dimostrazione.

BARBARA

Sì! Fu quando t'incontrai all'improvviso
che in me fu repentino il cambiamento,
un lampo m'abbagliò, sembrò d'argento
e vidi la bellezza del tuo viso.
I tuoi capelli biondi sparsi al vento
sfiorare avrei voluto con le dita,
sognavo già d'entrare nella tua vita
e che saresti stata il mio tormento.
M'innamorai di te perdutamente
come ci si innamora di una fata,
tutta la mia passione a te fu data,
non vedo un altro Amor che sia più ardente.
Fu in quel piccolo Caffè, a tarda sera,
che facemmo la nostra conoscenza,
fui rapito da questa tua avvenenza:
il sogno che si sogna qui s' avvera.
Volevo darti la più bella cosa,
volevo darti un'infinità di baci
ma tu con garbo mi dicesti, taci,
voglio soltanto petali di rosa.
io ti darò un magnifico roseto
dove il profumo inebrierà la mente,
il palpito sarà più incandescente
nel dolce pomeriggio così quieto.
Quando mi appresto a scrivere qualche verso
cerco il silenzio per avere l'ispirazione,
in questo immenso mondo di persone
soltanto tu vivrai nel mio universo.
Con più passava il tempo e più t'amavo.
Ma tu lo ricambiaci quest'Amore?
Ho ancora questa spina in fondo al cuore,
mi manca la risposta che aspettavo.
Da te speravo un segno, una carezza,
mi guardavi ma non dicevi niente,
io credevo, ma sempre inutilmente,
che tu sciogliessi questa tua incertezza.
Penso ancora alla tua parola bella
che mi dicesti in una tua telefonata,
ho scritto l'ora, il giorno e pur la data
quando alla fine mi chiamasti Stella.
Il tempo passa e vola e fin d'allora
penso a quei felici giorni ovunque sia,
ti corteggiavo, ti scrivevo in Poesia,
come vedi, in Poesia ti scrivo ancora.
Scrivo ancora per dirti quel che provo
quando ti vedo e quando mi sorridi,
vivo il ricordo di quand'io ti vidi
la prima volta, in quel piccolo ritrovo.
Oh, come vorrei viver quel momento
quando estasiato ti guardavo in volto,
parlavi, un sogno era per me l'ascolto
delle tue parole pregne di talento.
Ora sono qui e vedo come allora
l'incedere solenne dei tuoi passi,
cosa diresti se io ti domandassi:
m'amate ancor bellissima signora?
Se mi ami ancor non devi aver vergogna
di dir la verità, mio grande bene,
l'Amor ci allontana dalle pene.
Potresti mai tu dirmi una menzogna?
Perdona se fai parte del mio sogno.
Sogna, sogna pure tu, mia contessa,
non mi sfuggir, sarai sempre la stessa
mia adorata di cui bramo il bisogno.

(S. Pizzati, 2005)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Mar Gen 18, 19:36:26    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

NOTTURNO SUL LAGO

Misteri confusi
in un capriccio d'ombra,
il Lago s'argentea
al bacio della luna
e ride
e piange
nella profonda
notte
dove nessuna
cosa parla;
ma lenta s'adagia sulla deserta sponda,
come un respir che par baciarla,
l'acqua silente,
e fra i cespugli ed il fruscio dell'erbe
lieve si sente
il magico incanto del mormorio dell'onda.

Sergio Pizzati
Villa d'Este,'97
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Mer Gen 19, 19:42:09    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

HAI BISOGNO

Hai bisogno del radioso mattino
che ama le case dipinte di rosa
là dove il profumo di gelsomino
aleggia sfiorando i veli di sposa.
Guarda la luna vestita di verde
le albe i tramonti i sentieri infiniti,
le dolci colline dove si perde
il frastuono dei suoni impazziti.
Tu non conosci la lieve carezza
di chi tocca i tuoi bruni capellli
la gioia del bacio, la pura dolcezza
d'esser fissata nei tuoi occhi belli.
Nelle tue nere smarrite pupille
e nel silenzio dei vaghi pensieri
cerca nel cuore le vere faville
e godi i nascosti tuoi desideri.
Ricordi quand'eri ancora bambina?
Eri felice, pensavi al futuro,
parlavi alla'Amore sera e mattina,
vieni dicevi, ti voglio, lo giuro.
Hai sempre cullato questo tuo sogno
bramando l'Amore di cui hai bisogno.

S. Pizzati
(Salsomaggiore, sett. 2007)

_________________
...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Gio Feb 10, 19:45:22    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ADDIO

Ecco il momento, è dunque giunta l'ora
di dirci Addio scambiandoci i pensieri,
non esser triste ci rivedremo ancora,
ora però brindiamo nei bicchieri
ricolmi di spumante e di speranza,
dimentichiamo il fuoco e la passione
e lasciamoci con garbo ed eleganza
davanti a questa nostra delusione.
Se credi rivediamoci domani
vivendo come fosse un'illusione,
con la mente riascolteremo i brani
di una bella, dolcissima canzone
che ci trova "mani nelle mani".

Sergio Pizzati
(Salsomaggiore, 2 ottobre 2007)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Sab Mar 05, 19:33:47    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una breve poesia del nostro principe poeta:

FRONDE

Fronde di querce antiche
dal vento accarezzate
donate care amiche
le chiome spettinate
nel grembo dei miei baci.
Svelatemi il mistero
del fruscio fra i vostri rami
del dolcissimo sussurro
di folte verdi foglie
che il vasto cielo accoglie
con un palpito d'azzurro.

(Salsomaggiore, maggio 2008)

_________________
...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Annina

Saggio
Saggio


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 15/08/10 09:07
Messaggi: 520
Annina is offline 

Località: Salsomaggiore Terme





italy
MessaggioInviato: Gio Mar 17, 20:19:08    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

FANCIULLA

Fanciulla ascolta: accette questo dono,
è il mio furtivo sguardo al tuo bel viso
laddove al tuo passar nascosto sono
mentre elargisci al sole il tuo sorriso.

Quando ti guardo fremo e m'appassiono,
è un brivido d'amor nato improvviso
è come se nel cuor m'entrasse un suono
che scende dal celeste paradiso.

Ora nel cie s'accendono le stelle
e brillano per te dolce fanciulla
poichè per lor tu sei fra le più belle.

T'aspetto all'ombra della mia betulla,
un bacio sulla bocca e sulla pelle.
Domani ti vedrò...svanir nel nulla.

(Salsomaggiore, 23/9/07)

_________________
...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> il Principe Poeta Sergio Pizzati Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Taverna dei Briganti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008